Time out mediterraneo, saluti e baci da una cartolina!

L'esperienza di Anna Evangelista, una studentessa dell'istituto Medi-Livatino di San Bartolomeo in Galdo (BN) che ha partecipato al Travel Game Barcellona 2-7 maggio 2019 tornando a casa "a dir poco entusiasta", come ci ha confidato. Ecco l'articolo:

Cultura, divertimento, amicizia.

Tre parole semplicissime che riassumono il Travel Game Barcellona del 2-7/05/2019.

Metti una nave, mille ragazzi, Barcellona e il gioco è fatto.

Sono partita senza sapere bene cosa aspettarmi. La nave mi è sembrata una città galleggiante, come un labirinto. Insieme ai miei amici abbiamo imparato a conoscerla attraverso gli spostamenti continui, necessari per svolgere le attività, per mangiare, per dormire...Indispensabile è stato l’aiuto di alcuni membri dell’equipaggio per ritrovare le nostre cabine!

Ma andiamo con ordine...

Per CULTURA c’è la sfida del Travel game, le attività di alternanza e, naturalmente, la visita di Barcellona, Girona e Figueras.

Con la guida abbiamo visitato i più grandi simboli delle tre città catalane: la sublime Sagrada Familia e Gaudì, la Rambla, le cattedrali, il quartiere ebraico di Girona, l’enigmatico e ossessionato Dalì...E ancora, tanti posti nascosti, che solo la simpatica guida Joyce conosceva.

 

 

Per DIVERTIMENTO c’è la discoteca a bordo della nave e a Lloret de Mar, l’animazione dello staff, i film visti nella sala Smaila’s, le risate sul pullman dopo le battute della guida e dei professori, le foto compulsive durante le visite, la foto con una futura sposa in addio al nubilato, il Talent show che ha visto i nostri amici esibirsi (qui è d’obbligo ricordare la fantastica canzone Avellino, interpretata da un ragazzo).

 

Per AMICI c’è il tifo al travel game, lo stendersi sulla sabbia della playa de la Barceloneta, i ragazzi conosciuti a bordo, i sorrisi scambiati, gli abbracci, le notti insonni, le corse silenziose nel corridoio dell’hotel alle tre di notte, la sveglia all’alba per vedere il sole nascere dal mare e i panini della boqueria mangiati a terra su la Rambla...

   

 Il Travel Game mi ha lasciato tante emozioni. Ho vissuto giorni indimenticabili, ricchi di nuove esperienze che sarei pronta a ripetere.

Vorrei non dimenticare mai la bellezza di ballare insieme, nella notte, ognuno con i propri ritmi; non dimenticherò quel senso di libertà intesa come leggerezza e gioia di vivere.


Vorrei fissare tutto e dipingerlo su una cartolina messa nel cuore. Tutto: persone, posti...il cielo azzurro, la nave, il mare, le Chiese, i quadri, la musica, gli amici.


Strano come spesso basti un viaggio...

 

Anna Evangelista - Istituto Medi-Livatino San Bartolomeo in Galdo (BN)

 

10 Maggio 2019